Questa carrellata di immagini della Valle di Scalve non ha la pretesa di far conoscere tutte le risorse della valle, vuole invece essere un passo per far capire, se ce nè bisogno, che anche la Valle di Scalve non ha niente da invidiare a tanti famosi posti. Come il resto del mondo, ha i suoi fenomeni naturali, la sua flora e fauna, i suoi fossili e minerali, i suoi fenomeni particolari, ecc. degni di essere visti; se si ha la fortuna di arrivare al posto giusto, al momento giusto. Le immagini sono state fatte in Valle di Scalve, perché se non si è capito stiamo parlando della Valle di Scalve. Naturalmente, come del resto tutte le fotografie sono irripetibili, alcune decisamente impossibili da ripetere: per la modifica del terreno o per altri vari motivi. Alcune immagini sono solo ripetibili in fac-simile, come l’affascinante mondo dell’acqua nelle sue svariate forme, a secondo dello stato: gassosa, liquida o solida. Alcune ancora ripetibili, quasi identiche, come i fenomeni geologici, causa la loro lentezza di trasformazione. Anche i panorami, non sono sempre perfettamente ripetibili.
In Valle di Scalve si possono trovare anche fossili, minerali e tantissime altre cose.
Con questa carrellata non si ha la pretesa di fare una lezione di botanica, né di geografia generale; ma si ha la speranza di colpire l’intimo di ogni uomo, nel poterle vedere e ammirare, tanto da proporle, agli eventuali navigatori.

Manfredo Bendotti
Colere 2000

Zoom

Zoom

Manfredo Bendotti (Mago) e Piergiorgio Capitanio (Foto Giorgio), sorpresi da Marco Tacca mentre lavorano alla realizzazione  di queste pagine.